Mentoplastica - Alessandro dr.Nube
794
page-template-default,page,page-id-794,page-child,parent-pageid-459,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

MENTOPLASTICA

CORREZIONE DELLA PROMINENZA DEL MENTO

La mentoplastica viene praticata per armonizzare il profilo attraverso la riduzione ossea della sporgenza del mento o l’inserimento di protesi in caso di ridotta proiezione. Dona al viso una migliore simmetria e armonia. Il risultato è permanente, l’aspetto di un paziente che si sottopone alla mentoplastica subisce un miglioramente netto.

DURATA: 20 minuti

TIPO DI ANESTESIA:

RECUPERO: 7 giorni

MENTOPLASTICA PHOTOGALLERY

Alcune foto della gallery sono state scattate nel primo periodo post-operatorio, mostrando risultati non ancora definitivi. Talvolta appaiono ferite in via di guarigione, ecchimosi, edema , ecc. Sono certo che la scelta di offrire al visitatore immagini realistiche, non modificate o corrette, sia prova di serietà professionale.

MENTOPLASTICA: SAPERNE DI PIU’

Un mento sproporzionato rispetto ai parametri del volto conferisce un’immagine generale quasi storpiata, “da caricatura”. Nell’immaginario collettivo, la persona non raffinata e rozza ha sempre un mento importante, così come la persona priva di carattere viene rappresentata con i mento sfuggente. La correzione di questi difetti ridona non solo armonia al volto, ma una nuova sicurezza nella propria percezione di sé.
Spesso l’intervento di mentoplastica viene realizzato all’interno di un completo programma di profiloplastica, cioè abbinato alla rinoplastica per ottenere un profilo del viso più equilibrato e regolare.
Può essere svolto in abbinamento ad una mini-liposuzione o ad un lifting del collo per slanciare la parte e ridefinirne i tratti. La mentoplastica additiva (inserimento di protesi) non è un intervento irreversibile.
Nella visita pre-operatoria verrà esaminata la zona considerando in particolare la foma del mento e le sue proporzioni rispetto al viso. Verrà definito il tipo di intervento necessario: protesi o riduzione in base alle caratteristiche del volto e al grado del difetto.
Nel post-operatorio stanchezza e intorpidimento sono normali. Per qualche giorno un certo gonfiore nella zona interessata è di prassi. Dovrà osservare attentamente le prescrizioni comportamentali postoperatorie.