Prp (plasma arricchito di piastrine) - Alessandro dr.Nube
831
page-template-default,page,page-id-831,page-child,parent-pageid-453,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

PRP (plasma arricchito di piastrine)

PRP

(Plasma arricchito di piastrine per rughe superficiali nel volto)

Il trattamento rigenerativo PRP (Plasma Ricco di Piastrine) impiega piastrine e fibrina provenienti dallo stesso paziente per indurre un processo di rigenerazione tissutale in grado di trattare efficacemente gli inestetismi dell’ invecchiamento del viso.
Gli elementi contenuti nel PRP sono infatti quelli che il corpo attiva per ripararsi a seguito di traumi. Il PRP che viene infiltrato nel viso presenta una densità fino a 13 volte superiore rispetto alle condizioni naturali per cui esercita una rilevantissima azione riparativa dei tessuti.
Ha una durata di 2 mesi.

PRP

(Plasma arricchito di piastrine per alopecia)

PRP (plasma ricco di piastrine), è una terapia impiegata in ambito tricologico per contrastare l’invecchiamento dei capelli e la loro caduta a causa di patologie come l’alopecia androgenetica, l’alopecia cicatriziale, l’alopecia areata e l’alopecia universale.
Il PRP è una terapia rigenerativa che sfrutta l’effetto dei fattori di crescita autologhi (cioè appartenenti allo stesso paziente) ottenuti dalla centrifugazione del sangue in seguito ad un semplice prelievo. Il PRP consiste quindi nel prelevare direttamente dal paziente le piastrine ricche di fattori di crescita per poi utilizzarle in diversi ambiti curativi ed estetici.
In ambito tricologico, i fattori di crescita piastrinici regolano l’attività di vita dei bulbi e permettono appunto una migliore crescita dei fusti dei capelli ed una stimolazione delle cellule staminali ancora presenti all’interno del cuoio capelluto con efficacia nell’80% dei casi trattati. Il PRP è una terapia che non comporta alcun rischio per la salute, non provocando reazioni allergiche o altri effetti collaterali. Il PRP può essere somministrato attraverso punture o con tecniche di veicolazione transdermica.
Ha una durata di 2 mesi.